Elogio della mobilità: uno scambio che arricchisce

621

Il programma Erasmus, acronimo di European Region Action Scheme for the Mobility of University Students, è un programma di mobilità studentesca dell’Unione Europea, creato nel 1987. Dal 2014, il programma si è evoluto assumendo il nome di Erasmus per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport.
Secondo quanto dichiarato sul sito ufficiale italiano (www.erasmusplus.it), è di fondamentale importanza l’internazionalizzazione degli Istituti di Istruzione Superiore e l’investimento nella mobilità individuale per l’apprendimento; a questo scopo, sono state introdotte novità che incrementano le opportunità per gli studenti di vivere un’esperienza di studio e di tirocinio all’estero, ad esempio a scopo di ricerca, estendendo l’attività di tirocinio anche al neolaureato.
Inoltre, lo studente in possesso almeno di titolo di 1° ciclo può ricevere una borsa di studio per accedere ad un Titolo di Master Congiunto Erasmus Mundus (EM Joint Master Degree) per il conseguimento di un titolo congiunto (un unico diploma rilasciato da almeno due Istituti di Istruzione Superiore di diversi paesi aderenti al programma) o di un titolo multiplo (almeno due diplomi rilasciati da due Istituti di Istruzione Superiore di diversi paesi aderenti al programma).
La mobilità riguarda anche i docenti ed i ricercatori permettendo loro di trascorrere un periodo d’insegnamento (definito “flusso”) presso un Ateneo europeo con cui sia stato stipulato un accordo e che preveda, secondo i termini contrattuali, la mobilità dei docenti. L’obiettivo è quello di confrontare metodi didattici tra docenti e ampliare l’offerta formativa per gli studenti.
Questa forte spinta verso l’internalizzazione, non solo da parte delle sedi universitarie, ma anche dagli studenti stessi ci porta ad impegnarci per trovare sedi idonee in Europa.
Ospitiamo, nella pagina della Commissione, la dottoressa Francesca Baccini, Direttore della didattica professionalizzante del Corso di Studio in Igiene Dentale dell’Università degli Studi di Verona, sede di Rovereto, così da condividere l’esperienza avuta con alcuni dei suoi studenti che hanno aderito al progetto Erasmus.erasmus
Il corso di Laurea in Igiene Dentale, Università degli Studi di Verona ha attiva una convenzione per il programma Erasmus con la sede del Corso di Laurea in Igiene Dentale dell’University of Applied Sciences di Oulu in Finlandia http://www.oamk.fi/english/.
La sede finlandese è stata scelta perché il profilo professionale dell’igienista dentale è abbastanza sovrapponibile rispetto a quello italiano. Vi sono alcune differenze rispetto ad esempio alla possibilità di fare diagnosi in igiene dentale, di fare radiografie, di eseguire l’anestesia. La maggior parte degli igienisti dentali finlandesi lavora presso strutture pubbliche, infatti il Governo sostiene la prevenzione orale offrendo numerose opportunità di lavoro.
L’attività viene progettata in base all’obiettivo dell’esperienza Erasmus e alle attività offerte dalla sede partner (offerta formativa) nel periodo scelto, scegliendo attività coerenti con il curriculum di studi, corrispondenti al livello di studi previsto dal Bando e compatibili con l’area disciplinare dell’accordo di scambio.
Ciascun Corso di studio stabilisce il numero minimo di crediti da acquisire all’estero, pena la restituzione totale del contributo per la mobilità Erasmus.
Ad ogni studente è richiesto di compilare l’Application Form e concordare le attività da svolgere durante il periodo di mobilità (Learning Agreement) con il coordinatore Erasmus.
Durante il periodo di mobilità è possibile richiedere il riconoscimento di un numero massimo di 30 crediti per semestre (30 CFU, corrispondenti a 30 crediti ECTS – European Credit Transfer System).
Il “peso” dell’esperienza non viene calcolato in CFU ma in ECTS (European Credit Transfer And Accumulation System). Il sistema di crediti ECTS è il sistema europeo di accumulazione e trasferimento dei crediti, basato sul carico di lavoro necessario per raggiungere gli obiettivi di un programma di studio.
Analogamente all’Italia, la maggior parte delle Università partner in Europa che partecipano al programma Erasmus hanno adottato il sistema ECTS per il trasferimento dei crediti, pertanto: 1 credito italiano (CFU) = 1 credito ECTS
Per la nostra sede di corso, la finalità principale dello scambio è il tirocinio clinico (Pratical training) articolato in tre mesi di attività per circa 15 ECTS.
Nel corso degli anni, altre attività scelte in aggiunta sono state ad esempio: “Finnish survival course”, “Orientation to student Exchange”, “English Language and Communication Skills”.
Dall’a.a. 2001/2002 all’a.a. 2015/2016 hanno partecipato allo scambio 14 studenti della sede di Rovereto. Per l’a.a. 2016-2017 è previsto lo scambio di ulteriori due studenti, uno per la sede di Rovereto e uno per la sede di Verona.
Lo scambio prevede anche lo “student incoming”: nel periodo compreso tra marzo e maggio 2016 il nostro Corso di Laurea ospita tre studenti finlandesi della sede partner.
La mobilità internazionale prevede, come detto sopra, anche la possibilità dello “Staff and Teacher Exchange”: nell’a.a. 2013-2014 abbiamo ospitato due docenti del corso di Laurea in Igiene Dentale dell’University of Applied Sciences di Oulu, Finlandia.
Il programma Erasmus offre l’occasione per vivere all’estero in maniera indipendente per la prima volta: è diventato infatti una sorta di fenomeno culturale ed è molto popolare fra gli studenti universitari europei. Il programma non incoraggia solamente l’apprendimento e la comprensione della cultura ospitante, ma anche un senso di comunità tra gli studenti appartenenti a paesi diversi.
L’esperienza dell’Erasmus è un momento non solo di formazione universitaria, ma anche un’occasione per imparare a convivere con culture diverse.