Ordine e albo: work in progress

86
Cronoprogramma albo igienisti dentali
Cronoprogramma albo igienisti dentali

Ordine e albo. Il 4 maggio scorso, durante lo Spring Meeting AIDI  a Roma, si è svolto un importante confronto fra le istituzioni sullo scenario politico-istituzionale in merito all’attuazione della legge 3/2018 – DDL Lorenzin, moderato dalla dottoressa Antonella Abbinante, Presidente AIDI.

La dottoressa Rossana Ugenti, Direttore Generale delle Professioni Sanitarie del Ministero della Salute ha spiegato come il Ministero abbia lavorato in condivisione con le professioni sanitarie per arrivare all’emanazione del primo decreto attuativo del 13 marzo per l’istituzione degli albi delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione (PSTRP) presso gli Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica (TSRM) e delle PSTRP.

All’interno dell’Ordine dei TSRM e PSTRP ci saranno 19 albi, fra i quali quello degli igienisti dentali.

L’art. 5 del decreto stabilisce che le associazioni maggiormente rappresentative (AMR), che per la professione sanitaria di igienista dentale sono AIDI e UNID, dovranno designare per ogni regione da 1 a 5 rappresentanti che daranno il proprio supporto tecnico-amministrativo ai presidenti degli Ordini dei TSRM e PSTRP ai fini della costituzione degli albi. 

I rappresentanti  delle associazioni maggiormente rappresentantive (RAMR) cesseranno il proprio mandato decorsi 18 mesi dalla data di entrata in vigore del decreto, cioè a ottobre 2019.

I Consigli direttivi degli Ordini dei TSRM e PSTRP provvederanno,  su proposta dei rappresentanti delle associazioni, all’iscrizione dei professionisti nei relativi albi.

Il dottor Alessandro Beux, Presidente della Federazione degli Ordini dei TSRM e PSTRP, ha riferito che un gruppo di lavoro costituito da TSRM e componenti del Co.Na.P.S.

sta studiando le condizioni affinchè gli albi possano essere popolati attraverso il supporto dei RAMR in una gestione completamente dematerializzata attraverso una piattaforma gestionale informatizzata, nel rispetto della norma.

La dottoressa Maria Vicario, Presidente della Federazione Ostetriche, e la dottoressa Ausilia Maria Lucia Pulimeno, Vicepresidente Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche, hanno portato il loro messaggio di multidisciplinarità e interdisciplinarità per il futuro delle professioni sanitarie.

Il  dottor Antonio Bortone, Presidente CoNaPS, ha illustrato il cronoprogramma,  che prevede entro  il 15 maggio  la definizione della procedura di iscrizione, il 31 maggio la designazione da parte delle associazioni  dei RAMR e  il 14 giugno la  convocazione dei Presidenti delle AMR con  spiegazione e simulazione del processo iscrittivo e di implementazione degli albi.

I RAMR avranno a disposizione un video tutorial istruttivo col percorso di evidenza di processo affinché il 1 luglio 2018 sia ufficializzata l’apertura delle iscrizioni.

A quel punto le AMR, tramite i loro rappresentanti, per gradi, faranno confluire le anagrafiche dei loro iscritti.

Il cronoprogramma finirà a ottobre 2019, quando le associazioni termineranno la funzione rappresentativa, con l’avvio delle nomine di composizioni delle commissioni d’albo.

Dal 2020 inizieranno le elezioni per gli organi  degli ordini e degli albi,  come stabilito dal decreto del 15 marzo scorso.

La fase conclusiva del  cronoprogramma corrisponderà al primo reale censimento della nostra popolazione professionale.

Fare chiarezza, ordine e albo

Gli ordini sono enti pubblici non economici che agiscono come organi sussidiari dello Stato, che avranno la custodia degli albi anche in forma informatizzata e l‘avvocato Fabrizio Mastro ha fatto luce sul significato del ruolo pubblico degli ordini professionali e sugli aspetti della lotta all’abusivismo.

Il dottor Giampiero Malagnino, Vicepresidente Vicario ENPAM ha focalizzato il concetto di Ordine come tutela della salute del cittadino che deve tener conto anche del Sistema Sanitario Nazionale.

Qualora sussistano le possibilità, per una categoria giovane come la nostra, ha consigliato un ente previdenziale autonomo in cui siano i professionisi stessi a dettare le regole.

Si è quindi messo a disposizione per un ulteriore approfondimento col suo ente. 

Il professor Mario Giannoni, Presidente della Commissione Nazionale dei CSID, ha ribadito come oggi vi sia una certezza di maggior dignità professionale per gli  studenti, un punto di arrivo da cui partire per svolgere una prevenzione a 360°.

Ha anche affrontato il tema delle lauree online conseguite all’estero da cittadini italiani e il momento in cui questi titoli rientrano in Italia per il riconoscimento della qualifica professionale.

Il Ministero al riguardo, ha assicurato la stretta vigilanza a questi fenomeni, con la comminazione di misure compensative adeguate a garantire la formazione richiesta nel nostro Paese.

Riassumendo,  per quanto riguarda le iscrizioni ad Albo/Ordine che si apriranno dal 01.07.2018, gli aspetti principali saranno i seguenti:

Per l’esercizio di ciascuna delle professioni sanitarie, in qualunque forma giuridica svolto, oltre al titolo abilitante, è necessaria l’iscrizione al rispettivo albo

I professionisti sanitari dovranno richiedere l’iscrizione attraverso una piattaforma informatizzata e validata dai RAMR

Tassa governativa  da pagare una sola volta nella vita professionale: € 168,00 che confluirà direttamente nelle casse dello Stato

Tassa di iscrizione annuale: sarà definita su base territoriale da pagare all’Ordine di riferimento

Ipotesi di diritti di segreteria/diritti di istruttoria, in via di definizione.