La risposta di Guna alla malattia parodontale

134
Guna

Lo scorso 25 giugno la società Guna ha organizzato un incontro in streaming dal vivo dei “Salotti di GUNA” dedicato alle nuove soluzioni alla malattia parodontale e intitolato “Un’emergenza epidemiologica nella bocca degli italiani: dalla «Physiological Regulating Dentistry» nuove soluzioni”.

L’evento è stato animato da Alessandro Pizzoccaro (presidente di Guna), Francesco Santi (Odontoiatra) Alessandro Perra (direttore scientifico di Guna), Vincenzo Macrì (Vicepresidente AIO) e Luca Viganò (fondatore dell’Associazione Italiana Ricerca Orale, AIRO).

Francesco Santi nel proprio intervento ha sottolineato che: «Sino a qualche anno fa sarebbe stato impensabile associare tra loro svariate malattie sistemiche non trasmissibili e metterle in relazione con le patologie del cavo orale. Eppure è proprio quello che la ricerca ci sta dimostrando: situazioni diverse, come il diabete, le malattie cardiovascolari, alcuni tumori e molte altre riconoscono nell’infiammazione cronica un meccanismo patogenetico comune.

E in questo la bocca, attraverso la malattia parodontale, può avere un ruolo di primo piano. La Physiological Regulating Dentistry parte proprio dal riconoscimento di questo nesso e ci fornisce un arsenale terapeutico efficace per intervenire sull’infiammazione sia locale sia sistemica».

La Physiological Regulation Dentistry rappresenta per Guna la declinazione in senso odontoiatrico dell’attuale concezione di Systems Medicine, o Medicina dei Sistemi, secondo cui la salute è il risultato dell’integrazione di aspetti ambientali, sociali, biochimici, immunitari, neurologici, endocrini ed emozionali.

Tale approccio viene proposto al professionista e al paziente come nuovo paradigma clinico, diagnostico e terapeutico per affrontare e risolvere le cause multifattoriali delle parodontopatie. In tale ottica, seppur localizzato a livello del cavo orale, il sintomo rappresenta l’epifenomeno di uno squilibrio generale dell’organismo: solo mettendolo in relazione con gli altri segni clinici può essere compreso nella sua globalità. In tal senso, ogni patologia, comprese quelle odontoiatriche, costituisce una malattia sistemica e come tale dovrebbe essere affrontata e trattata.

Attraverso la Physiological Regulation Dentistry Guna offre ai professionisti e ai pazienti con un inquadramento clinico che permette di diagnosticare le cause multifattoriali delle malattie del cavo orale e di intervenire con terapie poli-causali, in diverse aree di intervento odontoiatrico, dalla chirurgia alla parodontologia, dai disordini dell’ATM alla rigenerativa, dalla conservativa alla gestione dell’ansia e detox.