Parte il 40° Mese della Prevenzione Dentale

46
mese della prevenzione dentale

È iniziata ieri, con la consueta presentazione inaugurale a Roma, la 40° edizione del Mese della Prevenzione Dentale, che dal 1980 vede la collaborazione tra ANDI (Associazione Nazionale Dentisti Italiani) e Mentadent (brand del gruppo Unilever).

Il presidente nazionale ANDI, Carlo Ghirlanda, il presidente di Unilever, Fulvio Guarneri, e il presidente della Fondazione ANDI Onlus, Evangelista Giovanni Mancini, hanno spiegato che con quest’anno si avvia un programma quinquennale volto a raggiungere una platea ancora più ampia che comprenda, attraverso la collaborazione di ANASTE (Associazione Nazionale Strutture Terza Età) e SIOH (Società Italiana di Odontostomatologia per l’Handicap), anche gli ospiti di Case-famiglia, Residenze per anziani e Centri per persone diversamente abili.

In questo modo il Mese della Prevenzione Dentale, oltre a sostenere l’importanza della salute orale come aspetto fondamentale per il benessere generale della persona, arricchisce ulteriormente il proprio contenuto sociale rivolgendo la giusta attenzione all’odontoiatria speciale: una disciplina poco conosciuta e spesso di difficile accesso, ma fondamentale per curare i denti e le patologie del cavo orale di pazienti in condizioni di grave disabilità, spesso non collaboranti e affetti da più di una patologia, per i quali un cavo orale non in salute ha un impatto ancora più severo sulla salute generale.

Fulvio Guarneri ha precisato che

«L’idea di mettere l’inclusione al centro del 40° Mese della Prevenzione Dentale ha un significato importante soprattutto in un anno difficile come questo perché crediamo, insieme ai nostri partner che continuano ad affiancarci con rinnovato impegno, che nessuna prevenzione potrà essere realmente efficace se non è in grado di coinvolgere davvero tutti, soprattutto coloro che si trovano in condizioni di maggiore vulnerabilità».

Carlo Ghirlanda ha ribadito che

«Questo evento è la più importante iniziativa di prevenzione orodentale nel nostro Paese. Noi sappiamo bene che lo slogan “Prevenire è meglio che curare” fu introdotto per il primo Mese della Prevenzione, e tanta è stata la sua efficacia che oggi quella “nostra” affermazione è diventata linguaggio comune».

Infine, Luca Barzagli, responsabile ANDI per il Mese della Prevenzione Dentale, ha sottolineato che:

«Desideriamo tornare a riprendere efficacemente il controllo della prevenzione della salute orale dei cittadini e far sì che diventi un’occasione di incremento degli ingressi negli studi odontoiatrici. Un quarantennale che giunge in un momento storico complesso ma che, anche per questo, merita un’attenzione particolare da parte di tutti».

Info
https://www.andi.it/mondo-andi/iniziative/mese-della-prevenzione-dentale/