Antonella Polimeni rettrice della Sapienza

35
Antonella Polimeni

È di venerdì scorso la notizia del nuovo prestigioso incarico conferito alla professoressa Antonella Polimeni: quello di rettore dell’Università Sapienza di Roma per il sessennio 2020-2026.

Ci piace sottolineare che Antonella Polimeni è la prima donna dal 1303, l’anno della fondazione della Sapienza da parte di papa Bonifacio VIII, a indossare l’ermellino del rettore. Ovviamente la professoressa Polimeni non è la prima rettrice di una università, ma la prima eletta in un grande ateneo italiano, uno dei più antichi e prestigiosi al mondo. Infatti, il World University Ranking ha recentemente posto la Sapienza tra le prime 90 migliori università del mondo e la top in Italia, ed è considerata la più grande università in Europa. Inoltre, Antonella Polimeni è il primo rettore a essere eletto al primo turno di votazione alla Sapienza negli ultimi trent’anni.

Antonella Polimeni è ben conosciuta nel mondo odontoiatrico, prima che per le sue numerose pubblicazioni internazionali, per la sua lunga attività di docente e ricercatore alla Sapienza, dove ha completato il suo percorso istituzionale degli ultimi venticinque anni, lavorando nel Consiglio di amministrazione fino a diventare nel 2018 preside della facoltà di Medicina e Odontoiatria.

Riprendendo le parole del suo programma, Antonella Polimeni «… sarà al servizio di tutta la Sapienza, di tutte le donne e gli uomini che la compongono; sarà al servizio del nostro territorio, della Comunità scientifica nazionale e internazionale, e della società tutta. Per vincere le difficili sfide che dovremo affrontare, avrò bisogno del vostro sostegno, delle vostre idee e delle vostre competenze. Solo insieme possiamo gestire la complessità e la ricchezza che caratterizzano la nostra Sapienza. Solo insieme possiamo creare le migliori condizioni per attraversare i confini e permeare il futuro».