Autumn web meeting AIDI in modalità digitale

133
Autumn WebMeeting AIDI 2020

Il SARS-CoV-2 e la pandemia legata alla sua diffusione in tutto il mondo hanno cambiato il nostro modo di vivere, le nostre abitudini quotidiane. In questo periodo gli italiani hanno “costruito”, a volte anche solo digitalmente, comunità allargate. Siamo stati alle prese con una sorta di “esperimento sociale” e lo stare in casa ha accelerato l’affermazione del ruolo della tecnologia come elemento mediatore nei rapporti con l’esterno.

Tra i fenomeni letteralmente esplosi c’è da annoverare sicuramente quello delle videoconferenze e webinar. Un esempio emblematico: nella sola settimana dal 15 al 21 marzo, nel mondo ci sono stati più di 62 milioni di download di app per videoconferenze, pari al +45% rispetto alla settimana precedente che già aveva segnato una impennata.

Queste sessioni informative e formative, a cui è stato possibile prender parte attraverso una connessione informatica, hanno permesso di interagire, come tra le pareti di un’aula, con i docenti o con gli altri partecipanti all’evento in diretta.

Tutto ciò ha inoltre contribuito a dare un’ulteriore accelerazione alla trasformazione digitale delle Università italiane. È stato infatti possibile ricreare aule in cui seguire le lezioni, ascoltando e vedendo il proprio professore, interagendo con lui e collaborando con i propri compagni, ponendo domande e condividendo contenuti sullo schermo o nella chat integrata. Anche gli esami e le sessioni di laurea non si sono fermati, ma si sono svolti in modalità virtuale.

In attesa di tornare alla formazione in aula e allo scambio interpersonale live anche Aidi si è organizzata per offrire ai propri Soci un aggiornamento on-line che ha riscosso grande interesse e partecipazione. È stato uno sforzo intenso: in poche settimane, si è dovuto trasformare in modalità “distance” corsi e iniziative tradizionalmente d’aula. Per fare questo è stato necessario mettere in discussione convinzioni radicate ed esplorare nuove frontiere.

È partito, così, il primo Congresso interamente online organizzato da AIDI, lo Spring meeting, che ha visto coinvolte anche le aziende in una modalità di interazione tutta nuova. Tanti sono stati anche i webinar programmati. A breve anche il consueto appuntamento dell’Autumn meeting sarà svolto in modalità telematica. Quest’anno infatti, l’Autumn web meeting, dal titolo “Igienista dentale e medicina traslazionale: dalla ricerca alla clinica. Conoscere per consigliare”, si terrà il 26 settembre a partire dalle 9 seguendo la tradizionale scaletta dei congressi in sala. Pertanto il programma molto articolato prevede, dopo l’apertura dei lavori da parte della presidente AIDI Antonella Abbinante e della vicepresidente Giuliana Bontà, l’intervento in diretta da Valencia del professor Salvatore Sauro e a seguire quelli dei dottori Maria Teresa Marinelli, Joseph Cannillo, Stefano Sarri e Giovanni Ruocco.

Siamo tutti diventati un po’ più digitali. Non torneremo più indietro ma le nostre esperienze saranno comunque modificate anche nel futuro. La novità più sorprendente sarà la riscoperta di come la vita ci chiami costantemente a svelare qualcosa di nuovo su noi stessi, non nell’isolamento, nella disinfezione o nella facilitazione tecnologica, ma nell’apprendere, nel produrre o generare qualcosa di nuovo se si è dentro la vita e nel mondo. Solo così potremo scoprire cosa ci soddisfa davvero nello studio, nel lavoro, nel tempo trascorso con le persone a cui vogliamo bene.