Continua la campagna per la protezione dello smalto

50
Campagna per la protezione dello smalto

Data la grande partecipazione alla “Campagna per la protezione dello smalto” da parte sia dei professionisti sia del pubblico, è stata prorogata la data di chiusura dell’attività al prossimo 31 ottobre.

Iniziata durante il lockdown (gli screening sono stati svolti sia da remoto attraverso WhatsApp, Facebook, Telegram, Skype o Hangouts, sia in studio), la Campagna, promossa da Biorepair in collaborazione con AIDIPro, SUSO e UNID, ha visto a oggi coinvolti circa 900 professionisti (quasi 1.200 studi odontoiatrici) e oltre 800 richieste da parte dei pazienti.

L’iniziativa si pone la finalità di sensibilizzare la popolazione sul tema della protezione dello smalto dentale per prevenire problemi quali carie e sensibilità dentinale. Inoltre, grazie alla collaborazione del Corso di Studi in Igiene Dentale dell’Università degli Studi di Milano, è stato possibile realizzare uno screening sullo stato di salute dello smalto dentale nella popolazione italiana.

Infatti, è prevista la raccolta, in maniera totalmente anonima, di informazioni relative alle abitudini alimentari e di igiene orale dei pazienti, ai quali viene misurato il livello di erosione dello smalto e la suscettibilità utilizzando l’innovativa App Intact-Tooth.

Molto interessante il dato rilevato in merito alla conoscenza delle problematiche dello smalto dentale: circa il 50% dei soggetti coinvolti era precedentemente ignaro di quale fosse il ruolo dello smalto e quanto fosse importante prendersene cura. E non a caso l’attività prevede anche che vengano forniti a tutti i pazienti consigli sulle modalità di mantenimento della salute dello smalto o indicazioni per il suo ripristino.

Per partecipare come paziente o come operatore:
www.campagnaprotezionesmalto.it